ALANISTI - ONLINE      

Alano dalla A alla Z

  Webmaster Ciro Spinella

   pagine visitate dal 15.02.05 Hit Counter

 

 

 

LA STORIA DI CARLOTTA

 

 
 

Dicembre 2001 in un parcheggio a Como ho incontrato Carlotta. Da quel giorno è stata compagna amica coinquilina e ombra delle mie giornate. riguardo le foto e mi risuonano nella mente i commenti delle persone che la vedevano, da cucciola era tutta zampe, poi crescendo "è un pony" "è un cavallo" "è un vitello"... ecc

Carlotta i primi giorni era timida, (non che poi sia diventata mai un cuor di leone) e faceva dei laghetti di pipì, da qui fu subito battezzata "carlotta pisciotta" da mia madre che spesso doveva rimediare all'evacuazione di liquidi. Avevo sempre desiderato avere un alano, e Carlotta è stata una compagna fantastica.

Insieme ne abbiamo passate di tutti i colori, i primi anni abbiamo studiato insieme Patologia animale, sì perchè credo che abbia fatto tutto quello che c'era da fare, un pò come per i bimbi, che all'asilo si passano morbillo varicella pidocchi influenze... lei nei primi due anni di vita ha contratto malattie delle più disparate, delle quali non conoscevo nemmeno l'esistenza! Ma è sempre stata una roccia. Insieme siamo state al mare, in spiaggia era uno spasso, io a preparare lo spazio con ombrellone personale stuoia e ciotola di acqua, e lei che immancabilmente andava a sdraiarsi in mezzo alla sabbia!

Ovunque andassi lei era con me, appena capiva che dovevo uscire si alzava dal suo comodo divano per precedermi alla macchina, dove comodamente si sedeva sui sedili posteriori occupandoli tutti. Le piaceva viaggiare. La sera quando capitava di tardare in ufficio, scendeva e veniva a chiamarmi, bussando sulla porta si faceva aprire, entrava a fare un giro di perlustrazione poi mi osservava e puntava di nuovo la porta fin quando non mi alzavo e la seguivo, era l'ora di risalire in casa con lei. Mi manca il suo abbaiare buffo, ma che agli estranei appariva minaccioso. La sua camminata da signorina, e poi il trotto che pareva una ballata, mi mancano i suoi occhioni grandi e sinceri, le buffe espressioni che dopo averla riempita di coccole e tenerezze pareva dire "Lucy basta, lo sai che non mi piacciono i baciotti...ufff..." mi mancano perfino le sbavate da ripulire in giro per tutta la casa! Da piccola quelle rare volte in cui la sgridavo ovvero la richiamavo con tono più deciso, si spaventava e le veniva il singhiozzo, così se per caso aveva fatto pipì in giro e non sapevo dove fosse mi bastava dire "CARLOTTA!!" e ihihih trovata... avrei tanto desiderato una cucciolata da lei ma tra le varie cose ha avuto una piometra e abbiamo dovuto sterilizzarla in giovanissima età. Ho letto un pò di storie di alani da voi riportate,e in ognuna mi sono un pò commossa, perchè questi cani sono tutti così teneramente dolci docili e mansueti, goffi e imponenti, che ho voluto portare anche la mia esperienza, anzi quella di Carlotta, di storie strane ne abbiamo avute diverse, per raccontarle occorrerebbero ore e non credo sia il caso, però quello che voglio sottolineare è che ogni animale ci dà molto, fortunatamente indipendentemente da quello che noi diamo a loro. Così volevo ringraziare la mia cagnolona per tutto quello che mi ha dato in questi 7 anni sei stata unica topona, mi manchi tatno ma so che sei in buona compagnia.

 

Carlotta è Carlotta e lo resterà per sempre.

 

grazie se vorrete pubblicare questa lettera.

 

Lucia

 
     

 

<<< INDIETRO

 


Inviare un messaggio ad alanisti-online per eventuali errori, omissioni o domande inerenti le pubblicazioni su questo sito web !
Copyright 2008-2015 Alanisti-Online - sito Web ideato e realizzato da
Ciro Spinella - tutti i diritti riservati - Tutto il materiale di questo sito è proprietà di "alanisti-online" !
E' vietata la riproduzione anche parziale senza il consenso dell' autore. Risoluzione consigliata 1024 x 768