ALANISTI - ONLINE      

Alano dalla A alla Z

  Webmaster Ciro Spinella

   pagine visitate dal 15.02.05 Hit Counter

 

LA STORIA DI ALAN

 

Un bel giorno di quasi 35 anni fa, in casa arrivò Lui, ALAN.

Era piccolo, nero con una stella bianca, era buffissimo, tutto muso e zampe.

 

Non stava mai fermo, sempre a giocare......con le mie scarpe che puntualmente riduceva a pezzettini.Quando gli tagliammo le orecchie, (a quei tempi si usava ancora questa pratica barbara) tornato a casa si nascose sotto il letto e non voleva farsi vedere da nessuno tranne che da me. Si sentiva ridicolo (e lo era!!!!!!).

Non sopportava i rumori forti e le urla. Una sera, era d'estate, c'era il campinato del mondo di calcio, giocava l'Italia, tutti a casa mia (eravamo circa una ventina) lui era sistemato vicino al divano nel suo letto, comincia la partita silenzio di tomba, poi l'aria si è surriscaldata e abbiamo cominciato ad incitare i giocatori, dopo circa 10 minuti di urla e strepiti l'Italia segna. URLO GENERALE "E DAI!!!!!"

Alan a quel punto si è alzato, ci ha guardato negli ochhi uno ad uno poi ha sbuffato muovendo quei suoi labbroni, si è girato ed è andato a dormire da un'altra parte.

 

Era un vero gigante (95 cm al garrese) buono, pensate che aveva capito che mia nonna aveva paura della sua mole, quando ci veniva a trovare lui aspettava che lei si sedesse in poltrona e poi appiattendosi per terra arrivava vicino ai suoi piedi e da lì non si muoveva più. Quando faceva le feste a qualcuno che veniva a trovarci, muoveva solo l'ultimo piccolo pezzettino di coda perchè vicino alla porta avevamo un tavolino con tutti ninnoli di vetro e ceramica e lui aveva capito che poteva romperli.

Caro dolce Alan, te ne sei andato nel modo più atroce, con la solita torsione dello stomaco e della milza, ora sei sul ponte dell'arcobaleno e da lassù mi guardi e mandi sulla mia strada tanti altri amici a 4 zampe che hanno bisogno di aiuto.

 

Sapete, non prendetemi per pazza, ma per anni dopo la morte di Alan io ho sentito il suo peso sul mio letto, qualche volta vedevo anche l'impronta del suo corpo dove lui era solito acciambellarsi, tuttu questo fino a quando è arrivata LUNA la figlia di una meticcia che mia sorella raccolse poco dopo la morte di Alan. Bhe, da quando lei è arrivata, Alan non si è più sentito, ma un motivo c'è e che era in LUNA visto che molti lati del suo carattere erano in lei, il suo modo di abbaiare, il modo in cui mi faceva le feste, le sue paure. E' come se Alan fosse tornato a me tramite LUNA.

 

Ora ho tre cani, due li ho presi al canile della Muratella a Roma, per la verità mi ha scelto il maschio ed io per non lasciare da sola la femmina che stava con lui in gabbia da anni li ho presi entrambi; l'ultima arrivata è un'incrocio tra un JakRussel e un Bassotto, dolcissima abbandonata davanti alla scuola del mio paese che non aveva neanche un mese. Non me la sono sentita di lasciarla morire così ho preso anche Lei.

Ho avuto tanti cani nei miei primi 50 anni, e prima o poi riavrò anche un alano che io considero il principe dei cani, per mole bellezza intelligenza carattere e AMORE.

 

Ringrazio tutti  per questo bellissimo sito scoperto solo oggi, ho cercato di leggere tutte le vostre storie e i vostri "ricordi", ma quando le lacrime hanno preso il sopravvento ho dovuto desistere, continuerò un altro giorno.

Saluti a tutti Roberta

 

<<< INDIETRO


Inviare un messaggio ad alanisti-online per eventuali errori, omissioni o domande inerenti le pubblicazioni su questo sito web !
Copyright 2008-2015 Alanisti-Online - sito Web ideato e realizzato da
Ciro Spinella - tutti i diritti riservati - Tutto il materiale di questo sito è proprietà di "alanisti-online" !
E' vietata la riproduzione anche parziale senza il consenso dell' autore. Risoluzione consigliata 1024 x 768