Da: g.hanna72@virgilio.it

Inviato: giovedì 10 febbraio 2005 8.56

A: alanisti-online@yahoogroups.com

Oggetto: [alanisti-online] La comunicazione

 

 

Articoletti interessanti !

Buona giornata !

Giovy

 

Comunicare con il proprio cane

Il cani se amato riveste un ruolo molto importante nel "branco familiare".

Con Lui divideremo un importante e lungo periodo della nostra e della Sua vita. Se sapremo conservare questa relazione con una comunicazione efficace i vantaggi saranno ben evidenti. Comunicare con il cane non significa solo impartire ordini, ma capire il significato delle Sue azioni e le conseguenze del nostro comportamento.

 

 Il linguaggio del cane

I cani sono comunicatori universali, tutti i cani di qualsiasi parte del mondo utilizzano lo stesso linguaggio: utilizzano la voce, ma soprattutto, il linguaggio del corpo (posizione della coda, delle zampe, del pelo), le espressioni facciali (testa, orecchie, occhi, bocca) e l'olfatto per comunicare le proprie emozioni, il loro stato d'animo. Per educare un cane è importante comunicare con lui, capirlo e farsi capire usando il suo stesso linguaggio.

Il cane utilizza guaiti, uggiolii, abbaia, ringhia, per segnalare la Sua gioia, la Sua sofferenza (necessità di attenzione, solitudine, ansia) e avvisare con abbai di allarme.

 

Il linguaggio umano

L'uomo comunica con il proprio cane utilizzando,parole, mimica facciale,la posizione del corpo. In molti casi inviamo segnali conflittuali (la voce dice una cosa, la nostra posizione esprime un altro significato per il cane, ciò può dar luogo a conflitti e malintesi. Il modo migliore per comunicare è osservare attentamente il nostro cane: come abbaia, i suoi gesti ma soprattutto il linguaggio del corpo. Occorre molta pratica per diventare buoni osservatori, ma tutti noi abbiamo le capacità e possibilità di farlo, l'importante è volerlo.